INVASIONE MILITARE U.S.A.: VICENZA CHIAMA SICILIA

– Gianni Lannes –

Vicenza – sbancamenti militari base U.S.A.  Dal Molin – foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)

L’invasione militare delle forze armate degli Stati Uniti d’America è un tema di rovente attualità, basta dare un’occhiata alle 113 basi militari di Washington (occulte, segrete o note) attualmente in Italia, reali presidi per fare la guerra in mezzo mondo, per rendersi conto che è in atto non solo un’occupazione bellica, ma un vera e propria invasione.  CONTINUA>>

MUOS, NISCEMI RESISTE ALL’IMPERO

di Manlio Dinucci, il manifesto, 21 maggio 2013

no-muos scartoLa Lockheed Martin – compagnia aerospaziale e di «sicurezza globale» con 120mila dipendenti e vendite nette per 50 miliardi di dollari annui – ha appena consegnato il secondo satellite Muos a Cape Canaveral, da dove sarà lanciato a luglio. Il primo satellite è già operativo dal 2012. L’intera costellazione di quattro satelliti di questo nuovo sistema di comunicazioni della U.S. Navy sarà in orbita entro il 2015.

Intanto la General Dymanics – altro gigante dell’industria bellica, con 90mila dipendenti e vendite annue per oltre 30 miliardi di dollari – costruisce le quattro stazioni terrestri del Muos: due in territorio Usa, in Virginia e nelle Hawaii, una in Australia e una in Sicilia. Dotata ciascuna di tre grandi parabole di 18 metri di diametro.  continua>>>

Omicidi di Stato: di suicidi, stragi, disoccupazione e povertà

Da Abbatto i Muri:

Una donna lancia i due figli dal balcone. Un imprenditore colpito dalla crisi economica si dà fuoco. Un uomo con dei debiti uccide il figlio e si suicida. Un’altra donna accoltella la figlia di tre anni e tenta il suicidio. Un uomo si dà fuoco per difendere la sua casa venduta all’asta eprendono fuoco anche moglie e figlia. Un uomo si impicca perché senza lavoro. Un altro non viene pagato da due anni e tenta di darsi fuoco. Due padri separati si suicidano insieme per mancanza di lavoro e affetto. Ancora 5 persone si suicidano per debiti e disoccupazione. Una pensionata tenta un furto prendendo a picconate un distributore automatico. Un’altra pensionata ruba al supermercato 7 euro di spesa. Una donna si getta a mare e un uomo si spara col fucile. Un altro imprenditore si spara un colpo in testa. Marito e moglie si impiccano e il fratello di lei si suicida. Una donna viene uccisa per un debito di 100 euro. Un disoccupato si mette a sparare davanti Palazzo Chigi, ferisce due carabinieri e tenta il suicidio. Una donna si suicida per lasciare la casa al figlio.  continua a leggere>>>