HONDURAS: AZIONE URGENTE

AZIONE URGENTE  

12.04.2013

Contatta il governo honduregno per esigere rispetto per la comunità di Rio Blanco che sta effettuando un blocco stradale in seguito alla propria decisione di respingere il Progetto Idroelettrico Agua Zarca.

ABOLIRE LA PARATA DEL 2 GIUGNO. DARIO FO FIRMA Scritto da Aurora Scudieri

parataSe venisse scelto come presidente della Repubblica, come aveva proposto Beppe Grillo qualche mese fa, forse sarebbe una delle prime cose che farebbe. Annullare la parata militare del 2 giugno per risparmiare dei soldi. Il premio Nobel Dario Fo firma la petizione pubblicata sul sito web change.org.

Ho firmato la petizione contro la parata militare del 2 giugno a Roma per la festa della Repubblica, e spero che lo facciano tutti”“Si spera per sempre” puntualizza l’attore adAdnkronos e spiega che quella del 2 giugno non è la festa delle Forze armate “Il transito marziale di donne e uomini in divisa – dice Fo – e generali che stanno sulle transenne non fa mai pensare a una festa ma alla preparazione di una guerra”.

Firma la petizione per chiudere Casapound!

no_casa_pound  CasaPound Italia è un partito che si auto definisce fascista e,    quindi, si richiama esplicitamente a tale aberrante ideologia.Si trincera dietro parole chiave che nulla hanno a che vedere con l’estrema destra, tentando di appropriarsi di battaglie aventi come fine la libertà, l’uguaglianza e il rispetto dei diritti basilari (ad esempio il diritto alla casa, il mutuo sociale etc.)CasaPound…

  Read More  |  Print & PDF

dall’HONDURAS: FIRMA LA PETIZIONE!!!

Il Gruppo Dinant è l’impresa palmicultrice più grande dell’Honduras.
Nel novembre 2009, la Corporazione Finanziaria Internazionale, parte del Gruppo della Banca Mondiale, ha pagato all’impresa la prima metà di un credito di 30 milioni di do…llari statunitensi.

Nel giugno dello stesso anno, un colpo di stato rimosse il presidente democraticamente eletto, Manuel Zelaya.
Il governo di fatto successivo al golpe nel paese centroamericano è stato appoggiato dal presidente del Gruppo Dinant, l’impresario Miguel Facussé.