Comunicato per il 4° Anniversario della semina di Berta Cáceres (it + es)

2 marzo 2020 – CIVG Italia  (abajo en español) Salve compagne e compagni del COPINH e di tutti i gruppi che oggi in Honduras continuano attivamente nella lotta, ricevete il nostro saluto solidale dall’Italia. Noi del CIVG (Centro di Iniziative per la Verità e la Giustizia) vogliamo dirvi che oggi, nel giorno del 4° Anniversario…

Conclusa la gira del COPINH in Italia

Evento general en FB: https://www.facebook.com/events/1826809287618541/?active_tab=discussion

3 giugno, Bolzano:

Incontro nella sala Comunale di Bolzano con l’associazione  Los Quinchos,  Collettivo Italia Centro America e la Biblioteca Culture del Mondo

Berta Cáceres: oggi le figlie a Bolzano

4 giugno, Padova:

Incontro  “Tornerò e sarò milioni! L’eredità di Berta Caceres” in Berta, la casetta del Popolo

ASSEMBLEA MERIDIONALE. DOCUMENTO CONCLUSIVO

L’appuntamento meridionale calabrese, il secondo dopo la tappa napoletana del 3 marzo, ha rilanciato un percorso comune necessario a far maturare un punto di vista meridionale sulle criticità che attraversano i nostri territori nel tentativo di creare collegamenti stabili e duraturi tra movimenti, comitati e individualità.

LEGGI TUTTO

Giustizia per Berta: Copinh dal 3 al 9 giugno in Italia

Continua la lotta esigendo giustizia per Berta, continua la resistenza indigena del COPINH, continua la solidarietà italiana con le lotte onduregne.

“Giustizia per Berta Caceres”, la leader indigena hondureña assassinata nel marzo del 2016

Tra il 3 e il 9 giugno in Italia una delegazione del COPINH, l’organizzazione che aveva fondato negli anni Novanta

Arrivano in Italia le sorelle Bertha e Laura Zúniga Cáceres, figlie di Berta Cáceres, la leader indigena hondureña, Goldman Prize 2015, assassinata nella sua casa a La Esperanza nel marzo del 2016.
Bertha e Laura saranno nel nostro Paese tra il 3 e il 9 giugno 2019, e nel corso della loro visita – la seconda dopo l’omicidio della madre – andranno a dare continuità alla relazione di solidarietà tra il COPINH e numerose organizzazioni, movimenti e spazi collettivi che da oltre 15 anni in Italia sostengono i movimenti indigeni e contadini in Honduras.

I 13 colori della RESISTENZA, storie di DONNE dall’HONDURAS

Presentazione della versione italiana del libro “13 colores de la RESISTENCIA Hondureña” con la presenza dell’autrice, Melissa Cardoza e di Karla Lara, cantautrice.

Femministe ed artiviste, mettono in scena alcuni racconti del libro e con parole e canzoni ci raccontano l’Honduras che resiste dai giorni del colpo di stato del 2009. Lo spettacolo è dedicato all’amica attivista e coordinatrice del COPINH, Berta Cáceres, assassinata nel 2016.

In varie città italiane, ospitate da diverse realtà locali, Melissa e Karla saranno con noi dal 19 al 06 luglio. Nella pagina del Collettivo Italia Centro America, che ha organizzato la gira, e nell‘evento di facebook troverete le date e i dettagli delle iniziative (alcune ancora da confermare).

 

Qui sotto la copertina e la presentazione di Luca Martinelli della versione italiana del libro di Melissa:

Sono tre le date che segnano la storia recente dell’Honduras, quelle che deve tenere a mente chi legge questo libro di Melissa Cardoza. La prima è il 28 giugno 2009. Quel giorno, un colpo di Stato rovesciò il presidente Manuel “Mel” Zelaya, costretto a fuggire all’estero. Zelaya, liberale e leader del Partido Liberal, aveva governato il Paese dopo le elezioni del 2005, ma nell’ultimo periodo del suo mandato aveva manifestato la volontà di avvicinarsi a posizioni più progressiste, e anti-americane, a partire dall’adesione all’Alianza bolivariana para América Latina y el Caribe, l’ALBA, il progetto alternativo all’Área de Libre Comercio de las Américas (ALCA) promossa dagli Stati Uniti d’America.

A Milano, il 9-10 ottobre, la 4ª Sessione del Tribunale Internazionale degli Sfratti

Tribunale Internazionale degli Sfratti

Giovedì 9 e venerdì 10 ottobre Milano sarà la capitale delle « Giornate mondiali Sfratti Zero » 2014 grazie alla 4ª Sessione del Tribunale Internazionale degli Sfratti (Tribunal International des Evictions, TIE), emigrata quest’anno da Ginevra nella capitale lombarda per centrare il focus del dramma abitativo accentuato dalle politiche di austerità dell’Unione Europea.

La sessione del TIE, ospitata presso il Residence Sociale Aldo Dice 26×1 ricavato nel palazzo ex Alitalia di Sesto S. Giovanni, occupato da sfrattati e senzatetto dal marzo scorso, si tiene infatti in concomitanza con l’incontro dei ministri europei della coesione sociale che si svolge in questi giorni a Milano, ai quali saranno consegnate le « Raccomandazioni » redatte da un Giurì internazionale che sta esaminando i casi di sfratto pervenuti.   continua>>>