Il COPINH denuncia le minacce di attacco e di incendio al Centro di Incontri e Amicizia “Utopia”, dopo aver reso pubblica l’offerta di prestare temporaneamente le installazioni come centro di isolamento per le persone del centro penitenziario, sospette o contagiate dal COVID-19, su richiesta dei lavoratori della salute e del potere giudiziario. 

Queste minacce si aggiungono a recenti fatti in cui individui chiaramente identificati pretendono di organizzare gruppi per prendersi le installazioni del COPINH, arrecare danni e compiere furti nella struttura, cosa che è stata già denunciata ufficialmente presso le autorità competenti. 

Queste minacce van di pari passo con una campagna di diffamazione che mira a disinformare circa la disposizione dell’organizzazione a svolgere un lavoro umanitario in tempi di crisi sanitaria. 

Le autorità incaricate di far fronte alla crisi della pandemia COVID-19, chiaramente non hanno svolto il loro lavoro, nonostante i miliardi che han tirato fuori dai fondi pubblici, al contrario, ostacolano e stigmatizzano le iniziative dei cittadini. 

Il COPINH lamenta e respinge le manifestazioni di discriminazione contro le persone vulnerabili, quali sono i carcerati ed i contagiati dal COVID-19. 

Rivolgiamo un appello alla solidarietà da parte della cittadinanza di Intibucá e riaffermiamo la nostra posizione di disporre di “Utopia” come centro d’isolamento per chi ne abbia bisogno. 

La Esperanza, Intibucá – 23 giugno 2020 

 

https://copinh.org/2020/06/denuncia-publica-copinh-rechaza-amenazas-a-instalaciones-de-utopia/

Traduzione di Adelina Bottero